Il Tar dà ragione al Comune: resta in vigore l’ordinanza anti-alcol

Appare sempre più evidente il riconoscimento della lesione del riposo e della salute di decine di migliaia di cittadini e della difesa del decoro urbano

Respinta la domanda di sospensiva presentata dai commercianti contro il provvedimento che impone chiusure anticipate ai pubblici esercizi

A Genova resta in vigore l’ordinanza anti-movida. Il Tar della Liguria ha respinto la domanda di sospensiva presentata da commercianti, Fiepet e Fepag contro il Comune di Genova. La battaglia legale riguarda il provvedimento del Comune di Genova che impone la chiusura anticipata dei pubblici esercizi, ponendo più vincoli sulla somministrazione e vendita di alcolici.

“Il provvedimento del Comune di Genova è stato fatto precedere da un’accurata istruttoria e realizza un equo contemperamento degli interessi in conflitto – spiega il Tar nel rigettare la domanda incidentale di sospensione dell’esecuzione dell’ordinanza anti-movida – Nel bilanciamento degli interessi proprio della fase cautelare, risulta sicuramente prevalente quello della tutela della quiete pubblica e del decoro urbano”.